Since 1985 | www.cflf.eu

  +39 06/ 91931053  ROMA, Piazza Ungheria, 6, int. 11, 00198, ROMA m.condemi@cflf.eu

Attenzione alle truffe finanziarie su internet

Di Marcello Condemi

La pratica dell’abusivismo, in coincidenza con l’esponenziale diffusione di sempre più sofisticate nuove tecnologie, desta seri allarmi a causa degli enormi danni che essa arreca all’economia, alle attività finanziarie e ai risparmiatori. L’attività abusiva si riscontra generalmente quando è esercitata attività bancaria o finanziaria senza la necessaria autorizzazione, rispettivamente, da parte della Banca d’Italia, della Consob, dell’Ivass o della Covip, o quando è esercitata attività finanziaria senza l’iscrizione in albi o registri tenuti dalle già menzionate autorità. Il pericolo è che con l’esercizio abusivo (anche penalmente sanzionato) si induca l’ignaro risparmiatore a compiere operazioni per sé stesso significativamente dannose. Di qui l’allarme diffuso lo scorso 16 febbraio dalla Consob [l’Autorità che vigila sulla trasparenza e l’ordinato svolgimento delle negoziazioni, sulla trasparenza e la correttezza dei comportamenti dei soggetti che operano nei mercati finanziari] attraverso il comunicato denominato “Abusivismo finanziario: Consob oscura 5 siti internet abusivi” con il quale, oltre a raccomandare di prestare attenzione ad una particolare tipologia di truffa, si rende noto di aver avviato l’oscuramento di cinque nuovi siti web che offrivano abusivamente servizi finanziari [id est: “Global Trade Group” (sito internet https://global-trade-group.com e relativa pagina https://cfd.global-trade-group.com); “Tide Technologies Group” (sito internet https://tidetechnologiesgroup.world); “TRETORO” (sito internet https://tretoro.co); Finalto LTD Global Limited e Finalto LTD Markets (Pty) Ltd (sito internet https://finaltoltd.com e relative pagine https://client.finaltoltd.com e https://trade.finaltoltd.com); “Premium Capitals” (sito internet https://premiumcptls.co)]. L’avvio dell’oscuramento è avvenuto ad iniziativa della Consob che, avvalendosi dei poteri previsti dal “decreto crescita” [legge 28 giugno 2019, n. 58, art. 36, comma 2-terdecies], ha ordinato alle società fornitrici di servizi Internet di inibire l’accesso dall’Italia ai siti web utilizzati per l’offerta abusiva di servizi finanziari. Tale forma di abusivismo (purtroppo non l’unica) è molto diffusa; basti pensare che la Consob da luglio 2019 ad oggi ha complessivamente oscurato 1024 siti, tutti consultabili su www.consob.it., e che, atteso l’elevato pericolo di truffe, ha raccomandato – non solo di verificare preventivamente che l’operatore con cui si intenda investire sia autorizzato e che, per le offerte di prodotti finanziari, sia stato pubblicato il prospetto informativo – ma anche di consultare la sezione “Occhio alle truffe!” reperibile sul sito www.consob.it dove sono contenute utili indicazioni su tali pratiche illegali.

Pubblicato sul quotidiano “Il Tempo” in data 21 febbraio 2024

LOGO CFLF

Risolviamo le tue sfide legali con esperienza e passione affiancandoti in ogni passo.

CFLF | Corporate and finance law firm

© CFLF 2024. Tutti i diritti riservati.